Il personaggio: I creatori di Zeroserio

Dopo una lunga e travagliata scelta, dopo aver scartato il premio Oscar Russel Crowe, le popstar Robbie Williams ed Enrique Iglesias, il campione argentino Veron e il sex symbol George Clooney, perché la loro essenza è racchiusa ed estesa al solo Valerio DM. … Dopo aver snobbato Bill Gates e l’impero Microsoft perché Geremia T. è un caso clinico più interessante… Dopo aver ignorato i ripetuti appelli di Eminem, Doctor Dre e Kappadonna dei Wutang Clan perché Antonio I. è il più scarso rapper in assoluto abbiamo intervistato per voi i tre creatori di Zeroserio… che vi piaccia o meno!


ANTONIO, VALERIO E GEREMIA

Mondragone, 17 Aprile.
Siamo alle prime luci dell’alba, l’orologio infatti segna le 11:30 (qualcuno ha da ridire?), in una grigia e piovosa (la solita sfiga) mattina post pasquale quando ci apprestiamo ad incontrare, e non nascondiamo la nostra preoccupazione, Geremia, Antonio e Valerio. Abbiamo fatto di tutto per evitare questa intervista fine a se stessa, ma ci tenevamo a sciogliere eventuali dubbi sullo stato mentale degli intervistati ai visitatori di Zeroserio. Tuttavia ci dissociamo dal contenuto di qualsiasi risposta.

Innanzi tutto, cos’è Zeroserio?
A: …prendi per il culo?
G: un sito?
V: una cavolata…

Ehm… Intendevo cosa rappresenta, quali innovazioni vuole portare alla rete…
A: vuole stravolgere la psiche dei visitatori.
G: rappresenta un aperiodico web senza troppe pretese, nessuna innovazione…
V: ho visto tanti siti orrendi: uno in più, uno in meno…

Perfetto (si fa per dire NDR). Da dove nasce il nome?
A: è il manifesto del sito, zero serietà: la rete ai pagliacci!
G: io non c’ero…
V: nemmeno io…

Cosa vi ha spinto a creare Zeroserio?
AGV: l’impellente esigenza di portare in rete le cavolate che ci accompagnano nel nostro quotidiano, ossia non limitare i nostri sketch allo spazio fisico che contagiamo.

Perché siete raggiungibili da entrambi i domini .it e .com?
A: in realtà il .com io non lo volevo… La pecunia scarseggia…
G: per le manie di grandezza di Valerio.
V: perché il .it era geograficamente limitato.

Il primo obiettivo che volete raggiungere.
A: non me ne pongo: so di non poterli raggiungere.
G: almeno un aggiornamento.
V: mi accontenterei di 1000 fedeli al mese.

E’ stata difficile la scelta dei collaboratori?
A: semplicissima selezione naturale: gli scemi si accoppiano.
G: no ma qualcuno va spronato.
V: certo, ho dovuto fare una durissima selezione tra ben 435 candidati, di cui un piemontese che ha dato forfait all’ultimo momento.

Beh… penso che così possa bastare: i lettori già saranno annoiati. Li salutiamo quindi con una domanda personale che sarà di rito: descrivetevi con tre aggettivi.
A: pagliacciello, me ne basta uno…
G: spigliato, geniale, conquistatore…
V: …si, peccato che poi ti vedono!!! Lunatico!

Lascia un commento