Il Personaggio: José DJ

In questo appuntamento saranno passate in rassegna varie interviste a personaggi conosciuti e sconosciuti (molto più sconosciuti per la verità) che ci aiuteranno a capire meglio la loro personalità. Qualcuno potrebbe dire: «E chi se ne frega!!!»; ebbene quel qualcuno potrebbe avere ragione, ma vogliamo mettere lo sfizio che ha l’arte di porre domande a una persona? Chissà le risposte poi! Questa volta l’intervistatore di ZEROSERIO ha incontrato per voi…

José DJ
José DJ 

Secondo un recente sondaggio, il sogno di ogni dj/produttore è quello di essere intervistato da Zeroserio. I sogni, si sa, sono difficili da realizzare, ma a volte qualcuno ci riesce.

Mondragone, 1 Settembre.
Con ampio ritardo sulla tabella di marcia, ci rechiamo a casa di José DJ, che rincara la dose picchiando con forza l’indice sull’orologio. Antonio si giustifica: "Siamo di Zeroserio, cosa ti aspettavi? Che venissimo in perfetto orario?". Al che José non ha nulla da ridire, ma ci invita ad accorciare i tempi.

Secondo te quali sono le cose fondamentali della vita?
J: molti dicono droga sesso e rock’n’ roll. Sul sesso ci siamo, le altre due sono ufo e Planet Melody.

Partiamo dalla più importante…
J: …cioè dal sesso!

Quale è la tua posizione [Censurata da Valerio DM]?
J: Più che fare come dici tu, io la metterei sul [Censurata da Valerio DM].

Forse è meglio cambiare argomento. Da dove nasce la passione per gli ufo?
J: Nasce dal giorno in cui ho fatto un avvistamento.

Dove, quando e cosa hai visto.
J: A Bologna. La data precisa non la ricordo, ma più o meno avevo nove anni. Un triangolo luminosissimo con contorni ben definiti stazionava nel cielo. Non sono stato l’unico testimone di questo evento.

Hai avuto altri avvistamenti?
J: Si, nel ’95 sul lungomare di Mondragone. Questa volta si trattava di un altro ufo, di forma diversa, Il classico disco volante. Ero in macchina con due amici e ad un certo punto abbiamo visto nel cielo uno strano velivolo che si muoveva a gran velocità "zigzagando" per poi fermarsi per qualche secondo prima di sparire. Il caso volle che con noi quel giorno avessimo una macchina fotografica. Le foto sono state poi fatte esaminare da esperti, e l’episodio è stato ritenuto attendibile.

E’ possibile avere una foto per i lettori di Zeroserio?
J: Certamente! (N.D.R.: Vedi sotto)

Avvisamento UFO

Sei stato protagonista di ben 2 avvistamenti, hai mai avuto il sospetto che fossero arrivati sulla terra per prendere te?
J: Mi sarei fatto prendere volentieri se avessi avuto la certezza che a bordo ci fossero state belle aliene! Scherzi a parte, non credo di far parte di un loro progetto.

Parliamo d’altro. Ascoltando una Planet Melody, lo stile predominante è sicuramente la dance, più precisamente la mediterranean progressive in voga qualche anno fa. Un genere spesso considerato come "non musica" e ritenuto di carattere esclusivamente commerciale. Quale è la tua opinione a riguardo?
J: Non credo che la dance e altri generi affini possano passare di moda perché ovunque si può applicare la parola moda c’è sempre un ritorno al passato, ad esempio nell’abbigliamento con i pantaloni a zampa e nella musica stessa con cover e plagi. Io faccio sempre quello che mi piace indipendentemente dalle tendenze. Per quanto riguarda la "non musica" posso dire che chi fa questa affermazione non è competente in quanto tutto è musica, a partire dalla classica alla hardcore più estrema.

Vorrei concludere questa breve intervista facendomi regalare per gli "ascoltatori" di zeroserio un mp3 di tua creazione.
J: Hai tutte le Planet Melody, scegli tu.

A me l’arduo compito quindi… Ho scelto per voi "Extrasuoni", tratta dalla Planet Melody part two.

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

1 commento a “Il Personaggio: José DJ”

  1. Salutoni a tutti, sono un’amico di vecchia data di giuseppe in arte josè, e ci tengo a dire che si è sempre distinto
    tra tutti i suoi amici compreso me, per seriètà,professionalità e pultroppo per timidezza (è si era un timidone ).
    Per questo che sono certo della verità dell’evento raccontato da josè, non avrebbe mai avuto il coraggio di divulgare una storia delicata come questa se non era vera. Spero che jose perdoni questo mio sfogo.
    Sono convinto che ci sono tante persone che hanno qualcosa da raccontare e non trovano il coraggio,
    per il momento è tutto cordiali saluti a tutti ciao.

Lascia un commento