Ritorno a testa alta

Il premio Mia Martini, nuove proposte per l’Europa, si è concluso venerdì 4 ottobre con una serata finale in cui si sono esibiti quindici dei sessanta ragazzi selezionati in tutta Italia.
Una tag alla stazione annuncia il nostro arrivo a Bagnara Calabra! In paese subito notano "gli alieni" b-boy. Sistemati in una graziosa casa sul lungomare (con visuale da favola!) ci apprestiamo a vivere alla grande questa avventura.Non abbiamo un attimo di pausa. Una prima selezione si svolge nello stesso giorno dell’arrivo, martedi’ 1°ottobre, a quelle audizioni passano soltanto trenta degli arrivati tra cui la MondraYork, il tutto con un’acustica discutibile e tanti errori tecnici (a me è saltato il mic ad esempio…). Ed è qui che la MondraYork fa conoscere il proprio show, la propria professionalità e la propria energia scaldando il pubblico stanco della monotonia dei brani proposti fino a quel punto.


La mattina seguente, durante la conferenza stampa, annunciano i nomi dei trenta ragazzi selezionati, la MYF salta dalle sedie ascoltando il proprio nome dalla bocca del patron Nino Romeo, che si è visto travolgere da Wuappo K-Free…eravamo al massimo della forma, ma si preannunciava qualcosa di più grande nell’aria. I giorni passano fitti di eventi: contatti, pareri positivi, consensi si sprecano nonostante le pessime condizioni del service siamo piaciuti a un pò di gente e questo ci carica molto!
L’organizzazione divide le performance dei trenta partecipanti selezionati in due serate,i primi quindici si esibiscono mercoledì 2, gli altri quindici, dove figurava anche il nome della MondraYork, giovedì 3.
La prima serata si svolge sotto un clima teso, lo si capisce la mattina del 2 dal discorso del patron, qualcuno aveva contestato la selezione o aveva provato a fare pressioni (o roba del genere, altrimenti non si sarebbe spiegato quel discorso!), fatto sta che da quel momento in poi l’aria divenne più pesante (il pass con FOTO non bastava più, pretendevano stranamente il documento, e non vi dico l’aria che si respirava dietro le quinte!). Noi non abbiamo dato tanto peso a sta cosa in verità (alla fine a noi pariavamo lo stesso) continuando a fare bordello come il primo giorno. Giovedì 3 alle 15 ci apprestiamo al palatenda per il soundcheck, dopo un pò di attesa, resa infinita dal sonno che accompagnava perennemente in quei giorni, saliamo sul palco per provare i microfoni: portiamo il panico! Un pò di freesta e poi via col pezzo, le solite storie per i volumi del mic fanno incaxxare il direttore di palcoscenico (non so perchè poi) con il risultato di un bel vaffanculo da parte nostra. Alle 19:30, dopo qualche ora di sonno, torniamo nel palatenda. Diamo i nostri dati e ci trasferiamo dietro le quinte. L’atmosfera è più tranquilla del giorno prima (forse perchè qualkuno è andato via?), e noi caxxeggiamo, tanto per cambiare :) e seguiamo la serata abbastanza superficialmente, sappiamo che siamo noni e questo ci interessa! Familiarizziamo con delle tipe e perdiamo tempo fino al nostro momento. Intorno alle undici e mezza (più o meno) ci chiamano, ora si ci si diverte sul serio, ci concentriamo! Maria Giovanna Elmi annuncia il gruppo dall’hobby del writing (ma dalla voce non si direbbe che abbia capito cosa sia!?!): dalla provincia di Caserta la "MondraYork". L’entrata fa impazzire lo staff tecnico dietro le quinte, ma lo show di quella sera, andato in diretta televisiva per un’emittente locale, è stato un qualcosa di molto simpatico e coinvolgente! Il pubblico ci segue con le mani a tempo, noi scendiamo dal palco, campo di battaglia dei nostri breakerz (noa’ e aki) ke si guadagnano un tot di applausi, ci avviciniamo al pubblico: è la nostra vittoria! Tutto finisce lì in verità, non ci esibiremo più (tranne ke x un freestyle di sfogo fuori il palatenda), ma abbiamo portato il nostro show come sperato e questo ci rende soddisfatti. La sera della finale non ci interessa molto, alla fine preferiamo restare a casa, dove abbiamo un pò di visite che ci allietano la serata e ci rendono difficile il ritorno :°) . E’ stata una bella esperienza alla fine e sono soddisfatto di come ci siamo comportati sopra e sotto il palco. MondraYork Family…buona la prima!!!
abrak

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Lascia un commento